Link Veloci
Social media
Info in Pillole
Sede del Comitato

Via della Industria 20, 40138 Bologna

Orari di Apertura

09:00-19:00 (orario cont.) Lun-Ven.

Email

uispbologna@uispbologna.it

Telefono

+39 051 6013511

Fax

+39 051 6013530

Partita IVA

04189980370

Codice Fiscale

80067270373

Turismo Attivo

Turismo Attivo

Formazione

Formazione

Vela

Vela

Centri Estivi

Centri Estivi

Multimedia gallery

Anche su YouTube e Flickr

Editoriale

IMMAGINE PER Liberi di muoversi

Liberi di muoversi

Un’Associazione moderna, in evoluzione. Definirei così la nostra Uisp, con settant’anni di esperienza alle spalle ma con una vitalità che ancora contraddistingue la volontà di promuovere lo Sport Per tutti in tanti contesti.
C’è bisogno di una nuova cultura sportiva e c’è bisogno di etica anche in questo settore della vita sociale del Paese”, ha detto Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp nella sua relazione di apertura dell'Assemblea nazionale Uisp, lo scorso Ottobre.
E lo stiamo dicendo anche Bologna da un po’ di tempo, candidando la Uisp ad assumere un ruolo da protagonista insieme alle Istituzioni nella promozione del benessere attraverso il movimento, con l’attenzione essenziale ai diritti di tutti gli individui.
Diritto che coincide con la libertà di muoversi che è stato scelto come slogan sulla nostra tessera 2015/2016.
Perché la prevenzione attraverso sani stili di vita passa attraverso una nuova cultura sportiva che un soggetto come la Uisp ha inscritto nella propria identità.
Una cultura che non denigra la tradizione e l’agonismo, che non si traduce nell’azzeramento di tanti anni di storia e di pratiche che hanno portato risultati e che hanno permesso all’Associazione di evolversi e strutturarsi.
Proporre di muoversi quotidianamente e sollecitare i sedentari a farlo per investire sulla propria salute non significa non coltivare anche eccellenze.
Se siamo contro la cultura del risultato a tutti i costi, è vero anche anche vogliamo far passare un concetto di attività motoria come attività quotidiana. Statisticamente maggiore è il numero di persone che si dedicano a una disciplina, maggiore è la possibilità che in alcune di esse siano coltivate attitudini innate. In pratica, si ottiene lo stesso obiettivo del modello culturale che consideriamo passato, ma attraverso una strada diversissima.
Non dimentichiamoci alcuni passaggi che lo stesso Presidente Nazionale ha riportato, dimostrando dinamicità politica e attitudine al restare al passo: l'Uisp in questi mesi ha indirizzato una forte richiesta al Governo affinché prenda in mano la regia del cambiamento, anche nello sport, come avviene in Europa.  Alle Regioni l'Uisp ha chiesto legittimazione e coprogettazione in ambito sociale, della promozione della salute, dell'integrazione, della sostenibilità ambientale. Al Coni l'Uisp ha chiesto controlli e verifiche nell'attuazione dei programmi da parte dei soggetti sportivi che utilizzano risorse pubbliche.
Richieste quindi, ma anche assunzioni di responsabilità che l’Associazione in primis intende assumersi.
Il Presidente della nostra Regione, sempre a Montesilvano, ha confermato quanto “gli Enti di promozione sportiva siano espressione di un radicamento vero e di uno stretto rapporto con il territorio, fatto non solo di pratica sportiva” e la necessità di “includere lo sport tra i servizi da offrire per garantire una alta e sempre migliore qualità della vita ai cittadini".
Sono per noi tutte piste di lavoro, che continueremo a perseguire, cominciando dall’oggi, proseguendo il nostro lavoro “culturale” oltre che operativo sul campo.
Proprio per questo è necessario che tutti coloro che sono protagonisti attivi all’interno dell’Associazione comprendano l’esigenza di puntare a questi obiettivi, che non sono secondari per nessuna delle nostre attività. Il futuro si cela in questi meandri ed è alla portata di tutti. Nessuno si senta escluso.

Focus

Raccogliamo un po’ di citazioni (in ordine sparso) dalle Assemblee di metà mandato regionali e nazionali dello scorso ottobre. Ci danno davvero un’idea di quello di cui si è discusso.

Tutti in campo, nessuno in tribuna. Questo è lo spirito per approcciarsi allo sport di base
(Antonio Farnè, Presidente Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna – cit. Papa Francesco)
L'importante è fare qualcosa, se no siamo condannati alla galera della solitudine
(don Giovanni Nicolini, parroco e consulente del Sindaco Virginio Merola)
Lo sport aiuta a prevenire alcune malattie, mentre la sedentarietà provoca tante morti quante il fumo
(Mauro Palazzi, direttore di epidemiologia dell'Ausl Romagna-Cesena)
Diritto è anche vivere senza mafie
(Antonio Mumolo, presidente di Avvocati di Strada)

News dal Comitato

Tecnica della Regolarità di Passo: nuovo corso in arrivo

Tecnica della Regolarità di Passo: nuovo corso in arrivo

Siete in grado di calcolare la vostra velocità di passo? Niente paura, UISP lancia un nuovo corso per insegnarti a programmare e svolgere l'attività fisica con...

Le novità 2016 nella gestione delle società sportive

Le novità 2016 nella gestione delle società sportive

Le competenti Commissioni Parlamentari hanno espresso il loro parere sullo schema di decreto legislativo che recepisce la direttiva 2013/55/UE (che ha modificato la direttiva 2005/36/CE),...

Vieni a giocare al Pratello

Vieni a giocare al Pratello

E’ l’accorato appello che rivolgiamo alle società sportive, squadre, gruppi di amici e colleghi, associazioni e/o gruppi spontanei: gli avversari saranno i ragazzi dell’Istituto Penale...

News dalle Leghe e Settori

 

Newsletter del Comitato


SETTORE FITNESS

Settore Fitness

Archivio Newsletter